Come fare le Pesche Sciroppate

September 9, 2020

L’estate è una stagione piena di sapori e frutti dolcissimi che ogni giorno riempiono di profumo le nostre tavole. Tra questi, la pesca è uno dei frutti più amati e deliziosi da gustare. Buonissime da mangiare dopo aver finito il pranzo o la cena, ottime per guarnire torte e crostate, le pesche possono essere utilizzate anche per creare deliziose conserve, come le famose pesche sciroppate. Queste possono essere utilizzate per ornare le vostre torte o per fare delle deliziose ciambelle alle pesche, ma possono essere anche gustate a crudo per un goloso spuntino.

 

Nel periodo di luglio e agosto le pesche maturano e offrono tutto il loro sapore, è questo il momento migliore per fare le conserve di pesche sciroppate. Ma come fare? In questo articolo vi spieghiamo come preparare le pesche sciroppate.

 

Prima di partire con il procedimento, ricordatevi di utilizzare dei barattoli sterili e assolutamente puliti, sanificando sia i contenitori che i coperchi. Fatto questo si può procedere con la realizzazione della conserva. Vi serviranno:

  • 1 kg di pesche gialle (per ottenere pesche sciroppate sode e dolci noi consigliamo le pesche della qualità percoche)

  • 500 gr di acqua

  • 200 gr di zucchero

Iniziate lavando accuratamente le pesche, riponetele poi in una pentola dai bordi alti, riempitela di acqua e portate a bollore. Dal punto di bollitura fate sbollentare le pesche per due minuti circa, quindi scolatele, risciacquate con acqua corrente e togliete la buccia con un coltellino o un pelapatate.

 

Successivamente, private le pesche del nocciolo e tagliatele a metà (se avete vasetti non molto grandi potete tagliare le pesche in quattro fette). Infilate le pesche nei barattoli sterilizzati avendo cura di lasciare circa 2 centimetri dal bordo del vasetto.

 

Ora potete passare alla preparazione dello sciroppo, è molto semplice: versate l’acqua e lo zucchero in una pentola con bordi alti e scaldate a fiamma bassa, mescolando fino a far sciogliere tutto lo zucchero nell’acqua. Dopo aver fatto bollire per circa 3/4 minuti, assicuratevi che lo sciroppo si sia leggermente addensato. Dopodiché versate lo sciroppo nei barattoli con le pesche tagliate, sempre lasciando circa 2 centimetri dal bordo del vasetto. Potete sbattere i barattoli sul piano di lavoro, facendo attenzione a non far fuoriuscire le pesche e lo sciroppo, in modo da evitare che si creino bolle d’aria, oppure potete utilizzare un pressello per comprimere leggermente le pesche.

 

Sigillate i barattoli con i tappi “twist off” (quei classici tappi che, premuti al centro, fanno un “click” quando il barattolo non è sottovuoto) e procedete con la bollitura dei vasetti, avendo cura di riporre fra loro alcuni canovacci che impediranno la loro rottura. Dal punto di bollitura aspettate 30 minuti circa, successivamente spegnete la fiamma e aspettate che i barattoli si raffreddino.

 

Una volta asciugati, verificate che tutti i barattoli siano effettivamente sottovuoto premendo al centro del tappo: se non sentite il “click” allora avete eseguito tutto correttamente e la vostra conserva è pronta!

Share on Facebook
Please reload

Post in evidenza

Podere Francesco in Fiore!

March 24, 2017

1/1
Please reload

Post recenti

September 15, 2016

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram_App_Large_May2016_200
  • YouTube Social  Icon

Azienda Agricola | Podere Francesco di Bruno D'elpidio via Selva Alta | 64023 Mosciano Sant'Angelo (TE) Part. IVA 01024000679 Cod. Fisc. DLPBRN58S16F764Z

  • Facebook Basic Square
  • Instagram_App_Large_May2016_200
  • YouTube Social  Icon